Metodi per la Open Innovation

I Metodi della Open Innovation[1] possono concentrarsi sulla generazione di informazioni o bisogni attraverso l’integrazione di clienti ed utilizzatori. Possono anche focalizzarsi sull’acquisizione di conoscenza e di soluzioni attraverso l’interazione con fornitori esterni di tecnologia.

Inoltre, un metodo può essere adottato solo per alcune fasi del processo di innovazione oppure per l’intero ciclo del processo stesso.

Di seguito viene riportato un elenco dei più comuni metodi di Open Innovation. Non si tratta di una lista esaustiva, volendo in questa sede solo fornire alcuni esempi concreti ai potenziali partecipanti. Altri metodi, purché sempre basate sui concetti della Open Innovation, possono essere a loro volta considerati validi.

  • Concorsi sull’innovazione o sulle idee (le possibili soluzioni al problema di innovazione in genere vengono raccolte attraverso piattaforme Web 2.0, ma non solo)
  • “Toolkits” (ambienti virtuali di condivisione, workshop, strumenti attraverso i quali clienti ed aziende possono giungere facilmente a soluzioni innovative)
  • Metodo “Lead-User” (ossia il reperire informazioni sia in merito ai bisogni, sia sulle possibili soluzioni attraverso l’analisi dei segmenti più innovativi del mercato di riferimento o di mercati analoghi, partendo dal presupposto che questi segmenti e mercati affrontano problematiche similari con un approccio altamente innovativo)
  • Mercato dell’innovazione/piattaforme di ricerca e diffusione (in genere luoghi virtuali online attraverso i quali le richieste di innovazione si incontrano con le possibili soluzioni)
  • Community di Open Innovation (gruppi virtuali di persone che discutono, decidono ed implementano idee di business in modo cooperativo)
  • Innovazione Cross-Industry (metodo basato sull’analisi di analogie e differenze con altri settori e sulla cooperazione con attori operanti in campi diversi dal nostro)

[1] Rif.  P. Wagner, Prof. Dr. F. Piller – Increasing innovative capacity: is your company ready to benefit from open innovation processes? – Performace (http://performance.ey.com/)